Author : Mattogno Carlo
Title : Il mito del lo sterminio ebraico Introduzione storico-bibliografica alla storiagrafia revisionista
Year : 1985

Link download : Mattogno_Carlo_-_Il_mito_del_lo_sterminio_ebraico.zip

Parte prima. I - "NESSUN DOCUMENTO E' RIMASTO, NE' FORSE E' MAI ESISTITO". Ciò che più colpisce nello studio della vastissima letteratura consacrata allo "sterminio" degli ebrei, è l'enorme sproporzione che esiste tra un'accusa così grave e la fragilità delle prove addotte a sostegno di essa. In effetti l'elaborazione e la realizzazione di un "piano di sterminio" così gigantesco avrebbe richiesto una organizzazione tecnica, economica e amministrativa assai complessa, come rileva Enzo Collotti: "Ma è facile comprendere che una così immane tragedia non poteva essere materialmente opera soltanto di poche centinaia o anche dì poche migliaia di uomini, non poteva realizzarsi senza un'organizzazione capillare che attingesse aiuti e collaborazione nei settori più disparati della vita nazionale, praticamente in tutti i rami dell'amministrazione, senza cioè la connivenza di milioni di persone, che sapevano, che vedevano, che acconsentivano o che comunque, anche se non erano d'accordo, tacevano e il più delle volte lavoravano senza reagire a dare il loro contributo all'ingranaggio della persecuzione e dello sterminio". Gerald Reitlinger sottolinea che "nella Germania di Hitler abbiamo uno Stato poliziesco al massimo grado, che lasciò documenti a centinaia di tonnellate e testimoni preziosi a migliaia di unità", sicché, in conclusione, "non vi è stato nulla, in verità, che questo. avversario non abbia affidato alla carta". Alla fine della seconda guerra mondiale gli Alleati sequestrarono "tutti gli archivi segreti del governo tedesco, compresi i documenti del Ministero degli Esteri, dell'Esercito e della Marina, del Partito nazionalsocialista e della polizia segreta di Stato, di Heinrich Himmler". ...